ISRT - Sala studio

L’Istituto Storico della Resistenza in Toscana (ISRT) è una Onlus ed è associato all’Istituto nazionale per la Storia del movimento di Liberazione in Italia. Fondato nel 1953 per raccogliere i documenti sulla storia della Resistenza in Toscana, a partire da quelli del Comitato toscano di liberazione nazione (CTLN), nel corso dei decenni l’Istituto ha unito alla funzione di custode delle memorie e delle fonti della lotta antifascista quella di centro di ricerca e di promozione culturale della conoscenza storica del Novecento, con una particolare attenzione all’antifascismo, la guerra, la Shoah, le deportazioni e la costruzione dei regimi democratici. Collabora con altri istituti e associazioni culturali, scuole ed università, in una crescente sinergia con il territorio e le Istituzioni.

Persegue fini di utilità sociale e le sue attività sono finanziate dai soci e da enti pubblici e privati e in primo luogo dalla Regione Toscana, in base alla legge regionale 38/2002. Finalità dell’Isrt sono la custodia e l’accrescimento del patrimonio documentario, la formazione e la didattica della storia, la ricerca storica, la divulgazione culturale.

Il programma scientifico e culturale dell’Isrt è imperniato su tre principali ambiti concettuali e tematici: i processi di democratizzazione sviluppatisi nel corso del Novecento, ovvero l’affermarsi di pratiche, culture e istituzioni volte a radicare i valori democratici nel concreto dei conflitti politici, militari e sociali del secolo; le pratiche violente connesse alle mobilitazioni politiche e all’operato degli stati-nazione novecenteschi e in particolare le esperienze dello squadrismo fascista, della persecuzione razziale, della seconda guerra mondiale, della lotta partigiana, delle stragi nazifasciste, della violenza post-bellica, del terrorismo; la costruzione delle memorie, come modalità individuali e collettive di riproposizione del passato nel presente e, dunque, anzitutto le modalità di formazione e trasmissione delle memorie private e pubbliche, il rapporto tra memoria e storia, il ruolo sociale e culturale dei testimoni.

In ragione di queste sue finalità l’Isrt è riconosciuto dalla Regione Toscana, attraverso una specifica convenzione, per le proprie iniziative nel campo della storia contemporanea, e dall’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana, tramite uno specifico protocollo d’intesa, come interlocutore privilegiato nella “formazione del personale della scuola nell’ambito della didattica della storia, con particolare riferimento alla contemporaneità nella sua dimensione globale ed europea nonché alla storia dell’Italia del Novecento, ai rapporti memoria-storia, all’uso delle fonti, a partire dal patrimonio documentario degli istituti storici della Resistenza”.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: www.istoresistenzatoscana.it